Giugno, tempo di bilanci e di raccolta

locandina sentiero del lavatoio

Per gli insegnanti la fine dell’anno scolastico è segnata dal rincorrersi di attività valutative, di compilazioni pagelle e di incontri con i genitori, mentre per i ragazzi la mente è spesso già in spiaggia. Per i nostri Centri di Educazione Ambientale giugno è il tempo dei bilanci e della raccolta di quanto seminato nel corso dell’anno. Dopo lo stop forzato dell’anno scorso, con il taglio di tutti i contributi, quest’anno siamo potuti ripartire, con pochissime risorse, ma con tanta forza di volontà e con nuovi compagni di viaggio che ci hanno dato una grossa mano.

Un anno assai particolare questo che si va a concludere, iniziato con il terremoto e con la paura, poi la gran nevicata ed infine la corsa al recupero delle attività programmate. In quest’ultimo periodo però sui volti dei ragazzi sembra tornata la serenità, per loro è come se fosse passato un secolo rispetto a quando tutto è iniziato. Noi educatori abbiamo quindi potuto lavorare insieme con loro come se nulla fosse accaduto e quell’impalcatura, quelle transenne e quei puntelli fanno oramai parte del paesaggio acquisito.

Il nostro programma di attività ha indubbiamente risentito del tema “terremoto”, al quale abbiamo dedicato due importanti iniziative, ma vogliamo concludere l’anno con un gran bel lavoro di gruppo realizzato sul sentiero del lavatoio. 

Dopo la ricerca storica e naturalistica, le interviste e le escursioni sul campo, infatti, i ragazzi della scuola media di Monte San Martino hanno consegnato nelle mani dei nostri educatori un gran numero di informazioni e curiosità sul sentiero, foto, scritti e splendidi disegni. Esperti grafici e falegnami hanno poi assemblato il tutto e creato delle tabelle informative. Sabato 10 giugno andremo quindi a scoprire cosa i ragazzi hanno “visto e sentito” lungo questo percorso. Saranno loro stessi a guidarci, illustrando le emergenze del sentiero sia in italiano che in inglese. 

Infine, un doveroso ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno aiutato in ciascuna delle iniziative proposte, ci hanno dato fiducia, idee, spunti e tutto ciò di cui avevamo bisogno. Il sindaco di Monte San Martino Valeriano Ghezzi, Alfonso ed Emanuele Peretti, le insegnanti Monica Tramannoni e Alice Berdini per il sentiero del lavatoio; l’amico Giorgio Pollastrelli e l’ingegner Danilo Carlini per il seminario sulle case in legno; il presidente e il direttore di CNA Macerata Giorgio Ligliani e Luciano Ramadori, la presidente di CIA Marche Mirella Gattari, i professori Elena Battaglini, Eleonora Cutrini, Massimo Sargolini e Vito Teti per il confronto sulla ricostruzione post sisma “L’Anima dei Luoghi”, insieme a tutti coloro che in quell’occasione sono intervenuti con parole straordinarie e grazie anche ai tecnici che l’hanno resa possibile.

Ecco, con persone così questo pianeta ha ancora speranze nonostante le pessime decisioni di Trump…

Buona estate a tutti!

Condividi questo articolo!