L'Anima dei Luoghi

Un confronto sulla ricostruzione

Dal 26 ottobre scorso da queste parti nulla è più come prima. All’interminabile crisi economica, agli irreversibili cambiamenti climatici, all’inarrestabile spopolamento che oramai da anni interessa la montagna e l’alta collina marchigiana, si è impetuosamente aggiunto il terremoto. In questo cambiamento epocale in atto occorre ricomporre e ripensare le nostre comunità. Per queste zone è il momento di pensare ad una economia locale efficace, dotarle di infrastrutture moderne, renderle turisticamente attrattive, valorizzarne le produzioni. Insomma, occorre una strategia complessiva per ricominciare meglio di prima.

Ora che la macchina della ricostruzione sembra muovere i suoi primi passi è opportuno che chiunque voglia e possa dare il proprio personale contributo faccia un passo avanti. Il nostro Centro di Educazione Ambientale ha quindi raccolto la collaborazione delle associazioni CNA e CIA di Macerata, la disponibilità del Comune di san Severino Marche, per proporre un incontro pubblico sul tema della ricostruzione; un confronto al quale hanno aderito numerosi ed illustri docenti di diverse università italiane.

È pertanto con molto piacere che invito tutti all’iniziativa “L’Anima dei Luoghi” in programma alle ore 17 di venerdì 17 febbraio presso l’Istituto Comprensivo “Tacchi Venturi” di San Severino Marche.

Con “L’Anima dei Luoghi” vogliamo mettere a disposizione di chi sarà chiamato a governare la ricostruzione, istituzioni, tecnici e amministratori, i migliori apporti del mondo scientifico, culturale e accademico, per far sì che il lungo processo che abbiamo davanti a noi possa essere consapevole e partecipato ad ogni livello.

Vi aspettiammo, ecco il programma

Saluti: Rosa Piermattei - Sindaco di San Severino Marche

Mirella Gattari - Presidente CIA Regione Marche

Giorgio Ligliani - Presidente CNA Provincia di Macerata

Introduce: Luciano Ramadori - Direttore CNA Provincia di Macerata

Interventi:

- Elena Battaglini - Resp. Area di Ricerca “Economia Territoriale” Fondazione G. Di Vittorio

- Eleonora Cutrini - Professoressa di Economia Applicata Università di Macerata

- Umberto Piersanti - Poeta e Professore di Sociologia della Letteratura Università di Urbino

- Massimo Sargolini - Professore di Urbanistica Università di Camerino

- Vito Teti - Professore di Antropologia Culturale Università di Calabria

Coordina: Leonardo Virgili - Responsabile CEA Casa Ecologica 

 

Vi segnaliamo infine l’articolo del professor Vito Teti da cui ha preso spunto la nostra iniziativa:

http://www.doppiozero.com/materiali/il-terremoto-la-ricostruzione-e-lanima-dei-luoghi

 

“I paesi del Centro Italia distrutti, danneggiati, resi insicuri dal terremoto dovranno essere ricostruiti. La lunga storia delle catastrofi e dei disastri che hanno colpito le popolazioni di tante regioni ci mostra, infatti, i rischi di dispersione e di abbandono a cui vanno incontro le comunità coinvolte dal sisma. Si tratta di fare presto. Ma anche di fare bene, di considerare le soluzioni possibili al netto delle retoriche e degli appetiti dei gruppi d’affari e di potere. La ricostruzione non è solo una scelta urbanistica e architettonica. Riguarda la memoria dei paesi, la possibilità di mantenere la rete di relazioni e legami che li costituisce, la capacità di rigenerarne e re-inventarne l’identità. Per questo è necessario riflettere da subito, ora che la macchina della ricostruzione sembra mettersi in moto, su «dove e come ricostruire» e sul suo senso per il futuro dei paesi colpiti.”

Vito Teti

 

Condividi questo articolo!